Sovradiagnosi: rischi individuali, impatto sulla società, proposte contenitive

Federico Pennestrì
Politiche sanitarie 2024, 25 (1): 1-14

RIASSUNTO: L’incremento delle sovradiagnosi in medicina ha spinto la comunità scientifica internazionale a uniformare il linguaggio e la ricerca sul tema, adottando una definizione e una indicizzazione specifiche. Il congresso internazionale Preventing Overdiagnosis ha identificato, nel 2017, le principali radici del fenomeno e le relative soluzioni che devono essere intentate, e ha sottolineato, nel 2023, la necessità di coinvolgere in questo processo tutti gli attori interessati al processo di regolamentazione, finanziamento e fruizione delle cure. Il fenomeno delle sovradiagnosi riguarda anche l’attività clinica, le autorizzazioni, i rimborsi e più in generale le politiche sanitarie pubbliche italiane, dove la necessità di ridurre sovradiagnosi e relative prescrizioni è stata affrontata più attraverso sporadici interventi contenitivi che attraverso una sistematica impresa educativa, strategica e culturale. Gli obiettivi del seguente contributo sono: 1. descrivere le sovradiagnosi come categorie e procedure che generano danno o dubbio beneficio ai pazienti interessati; 2. discutere esempi che interessano le politiche sanitarie italiane; 3. introdurre alcuni principi atti a favorire l’identificazione degli episodi di sovradiagnosi. L’intento è aiutare professionisti sanitari, decisori, ricercatori, pazienti e società civile a valutare gli effetti di determinate diagnosi a livello individuale e collettivo, identificando eccessi, informando decisioni, aspettative, prescrizioni, linee guida, autorizzazione e monitoraggio dei relativi trattamenti.